Tipologie di crowdfunding

Tipologie di crowdfunding

Il crowdfunding è uno tra gli strumenti di finanziamento e di investimento del futuro, oramai applicabile a diversi ambiti.

Per questo motivo nel tempo sono nate e si sono sviluppate varie tipologie di crowdfunding, differenti per obiettivi e target di riferimento.

DONATION

Utilizzato principalmente da organizzazioni non-profit o da singoli per promuovere e finanziare progetti di solidarietà e a impatto sociale.

Non sono previsti né ritorni economico né ricompense. 

Le caratteristiche principali sono:

  • SOSTEGNO: sono donazioni senza nessun tipo di ritorno materiale o economico
  • BENEFICIO: intangibile e simbolico
  • MOTIVAZIONE: intrinseca e spinta dalla causa sociale

 

REWARD-BASED

Utilizzato da PMI, startup o singoli innovatori che decidono di testare un prodotto sul mercato e farsi finanziare una prima produzione.

La partecipazione al finanziamento del progetto avviene in cambio di un “premio” o “reward“, che può rappresentare il prodotto stesso.

  • SOSTEGNO: un mix tra donazione e pre-acquisto del prodotto come premio della campagna
  • BENEFICI: il prodotto stesso e altri benefici intangibili e simbolici
  • MOTIVAZIONE: interesse per la causa sociale e per le rewards

 

EQUITY-BASED

La tipologia di crowdfunding rivolta principalmente ad aziende e startup che vogliono coprire un primo round di investimento.

l target principale delle campagne equity sono gli investitori che, partecipando al crowdfunding, ricevono in cambio quote ed azioni della stessa.

Le soglie di ingresso sono generalmente basse ed accessibili anche ad investitori più piccoli.

  • SOSTEGNO: cifra investita in cambio di quote ed azioni
  • BENEFICI: eventuale ritorno di investimento in base alla percentuale di quota acquisita
  • MOTIVAZIONE: principalmente finanziaria

Si tratta di un modello che ha ovviamente catturato l’attenzione degli enti regolatori, come la CONSOB.

L’Italia è stato infatti il primo paese ad intervenire con una normativa dedicata.

 

SOCIAL LENDING

Il prestito di denaro peer-to-peer, ovvero la possibilità da parte di singoli individui di prestare somme attraverso piattaforme online.

Una forma di disintermediazione del finanziamento che allerta e tiene vigile il sistema bancario tradizionale.

  • SOSTEGNO: prestito per un progetto
  • BENEFICI: restituzione del capitale versato con o senza interessi
  • MOTIVAZIONE: combinazione tra motivazioni finanziarie e sociali

IBRIDI:

DO IT YOURSELF

Varie aziende, una fra tutte in Italia è Starteed, offrono servizi white label (senza etichetta), grazie ai quali è possibile creare vere e proprie campagne di crowdfunding personalizzate sul proprio sito web aziendale o dell’organizzazione che promuove la campagna.

  • CORPORATE CROWDFUNDING

  • In un’ottica di CSR (Corporate Social Responsability) le aziende possono ricorrere al crowdfunding per coinvolgere i clienti, dipendenti e le comunità di riferimento nel progettare nuovi prodotti e servizi o nel finanziare progetti di impatto sociale.
  • CIVIC CROWDFUNDING

  • Le amministrazioni pubbliche possono diventare promotrici di campagne di crowdfunding volte a finanziare opere e progetti pubblici che attivino e coinvolgano i cittadini.

Alcuni esempi:

 

 

Un nuovo modo di comunicare

Crowdfunding come risorsa. Un nuovo modo di comunicare

Internet ha rivoluzionato diversi aspetti della nostra vita quotidiana, ci ha fornito nuovi strumenti con cui lavorare e ha cambiato il nostro modo di comunicare.

Il crowdfunding è figlio di questa nuova cultura portata da internet e permette ad aziende, start-up e organizzazioni di comunicare i propri valori, le proprie idee e sottoporle al giudizio della folla.

“Il crowdfunding è uno strumento innovativo che è in grado non solo di comunicare la propria idea al mondo ma di finanziarla dal basso, attraverso la partecipazione di una comunità attiva di persone”

La democratizzazione nel processo di creazione e visibilità dei contenuti attraverso il web sta producendo un cambiamento strutturale della società e della cultura e il passaggio è stato veloce ed indolore solo per quelle realtà capaci di adattarsi.

cambiamento strutturale

  1. SISTEMA CENTRALIZZATO: comunicazione unilaterale dominata da TV e radio. Individui considerati come meri spettatori e consumatori dei contenuti produtti.
  2. SISTEMA DECENTRALIZZATO: comunicazione bilaterale dominata da Web e Social Media. Individui come Followers dei nodi (Influencer) e generatori di Feedback (Like; Share; comments)
  3. SISTEMA DISTRIBUITO: comunicazione multicanale ed orizzontale. Gli individui diventano Prosumers (collaboratori e co-creatori di contenuti) e protagonisti veri e propri della comunicazione.

Le abitudini variano a seconda degli individui e in particolare delle generazioni di riferimento.

Per alcuni l’impressione è di sentirsi già parte del sistema distribuito, ma la realtà non è ancora questa.

Pensiamo agli over 65

Recente e dirompente è il loro ingresso su Facebook ma faticano ancora ad utilizzare strumenti e canali propri di una comunicazione multicanale ed orizzontale.

Tutto ciò non riguarda invece i giovani digital natives, i quali pretendono che un contenuto acquisti valore solo se trasparente, condiviso e co-creato da una community. 

Il crowdfunding fa parte di questo mondo ed è adatto a coinvolgere le generazioni più giovani, ma è importate per tutti capirne il valore:

  • obbliga le associazioni o le aziende ad aprirsi al mondo esterno, verso gli altri
  • permette non soltanto visibilità, ma trasparenza e capacità d’ascolto della propria comunità
  • acconsente la costruzione di un progetto condiviso e il raggiungimento di un obiettivo comune
  • permette di comunicare più velocemente
  • elimina le barriere autoreferenziali

È proprio l’autoreferenzialità una delle cause di fallimento di un modo di fare progettualità a volte troppo chiuso verso il mondo esterno.

Grazie al crowdfunding possiamo oggi migliorare un prodotto, adattarlo alle necessità dei clienti e renderlo più funzionale per un mercato sempre più in continuo mutamento.

Con il crowdfunding possiamo raccontare realtà che prima non avrebbero avuto il giusto spazio, raggiungendo gli obiettivi prefissati con i finanziamenti e la visibilità che soltanto la crowd ci può dare.

Il crowdfunding rivoluziona il modo di comunicare le proprie idee e i propri progetti, permettendo di includere i nostri interlocutori in un piano d’azione comune, di uscire dalla nostra zona ci comfort e di portare a termine i nostri progetti, aumentando le probabilità di successo.

È uno degli strumenti di comunicazione del futuro.