Il digitale non va in vacanza

Come andare in vacanza senza sparire dai canali digitali?

Andare in vacanza è un piacere per tutti e in questo periodo la maggior parte delle organizzazioni non profit chiude i battenti, rinunciando contemporaneamente a portare avanti l’attività sui canali digitali.

Ma siamo sicuri che sia una buona idea sparire del tutto dal web e non farsi più vedere fino a settembre?

Certo non è pensabile stare a postare continuamente contenuti sui social network mentre si è magari sotto l’ombrellone o in mezzo ad una baita di montagna. 

Dall’altra parte però la decisione di chiudere totalmente la comunicazione potrebbe essere un errore.

Le comunità di riferimento potrebbero avere piacere a restare informati su cosa state facendo anche in vacanza oppure, nel caso in cui abbiate attività online da gestire, non potrete permettervi assoultamente di lasciare incustodita la vostra postazione di lavoro.

E allora? Come fare?

Dont’ panic.

digitale in vacanza

Ecco i nostri consigli di sopravvivenza per le vacanze

  • PENSATE A CONTENUTI FRESCHI E LEGGERI: anche le persone che vi leggono probabilmente saranno su una spiaggia o in villeggiatura in qualche bellissimo posto e avranno il tempo e la voglia di leggere contenuti prevalentemente “leggeri”. Per quanto possibile cercate quindi di orientarvi su una tipologia di racconto più fresca da poter leggere durante momenti di relax, creando contenuti positivi, divertenti e spensierati. Rimanete sul tema “estate” e proponete qualcosa che attiri l’attenzione delle famiglie e che sia collegato ad attività e cose da fare durante questo periodo. Pubblicate foto di backstage e di momenti vacanzieri: le persone si immedesimano in ciò che raccontate soprattutto se è vicino a quello che stanno vivendo anche loro!
  • SCRIVETE UN PIANO EDITORIALE: per pianificare il vostro calendario editoriale potete utilizzare anche un semplice file excel in cui segnerete data, orario, canale e contenuto di pubblicazione dei vostri contenuti, oppure sfruttare Google Calendar, strumento molto utile per condividere con altri colleghi la programmazione e ricevere alert poco prima della pubblicazione.
  • PROGRAMMATE I CONTENUTI: anche se andate in ferie potete programmare i vostri contenuti per quanto tempo vorrete. Ormai quasi tutti gli strumenti web offrono la possibilità di farlo e potete prendervi qualche ora da dedicare alla programmazione, anche il giorno prima delle vacanze. Per i social network potete utilizzare alcuni tool come Creator studio (lo trovate già integrato in Facebook e Instagram) oppure Hootsuite (tool a pagamento con prova gratuita di 30 giorni) e Postpickr (in italiano e gratuito fino a tre canali social) che danno la possibilità di programmare anche su Linkedin, Pinterest e Twitter. Per le vostre comunicazioni via e-mail  Mailchimp, ed altri programmi simili,  vi danno la possibilità di programmare la data di invio delle vostre newsletter e di monitorare facilmente tassi di apertura e click. Anche se avete un blog sarà possibile programmare la pubblicazione degli articoli, lasciandoli in bozza pronti con la data e l’orario di uscita pianificata. 
programmare contenuti social
  • MONITORATE: è vero che siete in vacanza ma a volte non gusta tenere un minimo sotto controllo cosa sta succedendo ai contenuti che avete programmato. I tool sono intelligenti ma a volte può succedere che qualcosa vada storto. Meglio controllare ogni tanto e verificare che tutto sia andato a buon fine!
  • SCARICATE QUALCHE APP: per monitorare e anche per realizzare qualche contenuto al volo, nel caso sia indispensabile, potete scaricare sul vostro smartphone qualche applicazione utile alla creazione dei post: ad esempio l’app di Canva vi permette di realizzare in pochi click dei layout accattivanti e moderni per i vostri social, oppure Adobe Premiere Rush, IMovie e Quick consentono di montare in pochi minuti e in qualsiasi luogo dei video coinvolgenti, assemblando musiche e riprese in modo semplice e veloce. Inoltre, la maggior parte dei tool di programmazione che utilizzerete per schedulare i contenuti hanno anche in dotazione le app che vi consentiranno di tenere d’occhio i vostri contenuti anche in vacanza. Le emergenze sono sempre in agguato, quindi, fatevi trovare preparati
app contenuti web
  • INFINE UN CONSIGLIO SPASSIONATO: delegate! Se qualche collega o qualche persona della vostra organizzazione che non è in vacanza può occuparsi di tenere d’occhio per voi queste attività, spiegate a loro cosa c’è da fare e delegate le azioni da svolgere fino al vostro rientro. Portare il lavoro in vacanza, anche se magari riguarda attività il volontariato, non è mai facile, né consigliato!

Non ti sei ancora iscritto alla nostra newsletter?

Iscriviti per ricevere notizie su crowdfunding, digital fundraising e terzo settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scorrere fino alla parte superiore