La campagna #sostieniuninfermiere
Un esempio di campagna d’emergenza

Vediamo insieme un esempio di campagna di crowdfunding nell’emergenza.

Agli inizi dell’emergenza “Covid-19” sono emerse da un lato impellenti necessità di tipo sanitario, dall’altra un fortissimo bisogno di attivarsi, di “fare qualcosa”, di combattere il senso di impotenza di tutte le persone costrette a #restareacasa. Come già raccontato nel nostro articolo Il crowdfunding ai tempi del coronavirus, sono fiorite numerose campagne di crowdfunding.

Tra queste se ne annovera una che abbiamo seguito da vicino:

#Sostieniuninfermiere.

Il lockdown era appena iniziato ma già c’era molta attenzione per l’adeguamento delle terapie intensive degli ospedali di Firenze. Mancavano i DPI ma anche ad avere i fondi per acquistarli, non sembrava possibile procurarli.

In compenso erano in arrivo centinaia di infermieri da fuori regione. Così Francesco Ciai della Fondazione Claudio Ciai (che conoscevamo bene per un precedente progetto – Calimala), entrato in contatto con l’Ordine degli Infermieri di Firenze e Pistoia, ha proposto alla Fondazione CR Firenze di lanciare insieme una raccolta fondi per aiutarli a sostenere le spese di alloggio, vitto e trasporti.

GOFUNDME

Schermata di GoFundMe con molte campagne d'emergenza

Dopo un veloce confronto tra le piattaforme di crowdfunding possibili, abbiamo scelto GoFundMe che si era configurata come la piattaforma di riferimento per le campagne nell’emergenza.

L’elemento più attrattivo di GoFundMe era sicuramente l’assenza di commissioni sul ricavato, al fianco della possibilità di accreditare donazioni ricevute via altri canali (es: bonifico) e, apparentemente, la veloce disponibilità dei fondi*.

Una simpatica funzionalità della piattaforma (che, in questa prima esperienza, non abbiamo sfruttato a pieno) è inoltre la possibilità di creare dei team di supporto: persone singole e gruppi che si impegnano a portare avanti insieme la campagna, gratificati dal poter mostrare quanti fondi riescono a raccogliere.

*[Sulla rapidità di prelievo dei fondi siamo rimasti un po’ delusi: del resto GoFundMe era stata presa d’assalto da centinaia di campagne e probabilmente non erano attrezzati per un tale carico di lavoro].

 

LA STRATEGIA: “la solidarietà corre più veloce del virus”

Collage di post caratterizzati dall'hashtag #sostieniunifermiere

Sullo spunto dell’eccezionale velocità di diffusione del Covid-19, la campagna chiedeva che l’appello venisse diffuso da ogni persona “contagiata di solidarietà” ad altre 5, chiamate in causa con l’hastag #sostieniuninfermiere.
Questa strategia è stata vincente ed ha portato la campagna a raggiungere in soli 9 giorni 30.000€ che, grazie al contributo di 20.000€ della Fondazione CR, sono diventati i 50.000€ a cui si puntava.

Alla catena social hanno partecipato molte personalità note a livello locale e nazionale come: nel mondo della politica il sindaco Dario Nardella, il Presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani, l’assessore al Walfare e Sanità Andrea Vannucci insieme ad altri assessori della giunta del Comune di Firenze, presidenti e i consiglieri dei Quartieri; alcuni sportivi come Elena Linari, Arianna Ferratti e Stéphanie Ohrstrom; fra i giornalisti Selvaggia Lucarelli, Francesca Tofanari, Matteo Dovellini e Leonardo Canestrelli; alcuni blogger e influencer fiorentini come Lorenzo Baglioni, Sara Gazzini e Elena Farinelli; dal mondo del sociale Zia Caterina, Padre Bernardo e Clara Woods; alcuni artisti come Gaia Nanni, Lorenzo Hugolini, Skim, Walter Savelli, Alessandro Riccio, la produttrice italiana Chiara Tilesi. Grande supporto anche dall’estero grazie a influencer internazionali ed enti, ad esempio European University Institute.

Questo ampio coinvolgimento è stato possibile grazie ad un avvio ben progettato e caldamente incoraggiato dai promotori. La catena ha funzionato talmente bene che gli ultimi 5.000,00 € raccolti sono arrivati come “coda lunga”, senza ulteriori sollecitazioni.

Questo è il video di apertura realizzato da Francesco Ciai, ovviamente in casa propria…

Potete ancora vedere la campagna online (chiusa):
https://www.gofundme.com/f/sostieniuninfermiere

Vuoi lanciare una campagna di crowdfunding?  CONTATTACI

Se vuoi restare aggiornato su crowdfunding, digital fundraising e terzo settore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scorrere fino alla parte superiore